lunedì 21 febbraio 2011

Il Comitato di Coordinamento Europeo

ECID - European Committee for Information and Dialogue
Il nostro Coordinamento Sindacale Europeo. Funziona perfettamente. Come anche altri coordinamenti europei di altre aziende (vedi Alstom). In passato è riuscito a sindacalizzare i nostri colleghi rumeni. Assunti a piene mani perchè non costavano una mazza, non avevano una seria rappresentanza sindacale, anche se cominciavano ad essere tanti. Sono ora il sesto paese europeo per numero di dipendenti Alcatel-Lucent. Questo dimostra che quello che paga, per i lavoratori, e' l'estensione dei diritti a chi non li ha, e non la compressione degli stessi (vero Marchionne?)
All'ultimo incontro dell'ECID il 17 gennaio, non 2010 ma 2011, 15 gg. prima di annunciare i tagli in Italia e Romania, i rapprentanti di Alcatel-Lucent seduti a quel tavolo ufficiale ed autorevole a Parigi, hanno detto che per il 2011 non erano previsti tagli. Sticazzi! Scusate il francesismo, ma parlavamo di Parigi! :)
Quindi l'ECID è subito intervenuto, su sollecitazione dei nostri rappresentanti italiani, poiché è anche previsto che debba essere obbligatoriamente informato prima o al più contemporaneamente alle OO.SS. nazionali, se ci sono piani di ristrutturazione che coinvolgono due o più nazioni in Europa.
Nel frattempo ci è anche pervenuto un messaggio di solidarietà del CFDT, il sindacato francese.

Nessun commento:

Posta un commento