venerdì 18 febbraio 2011

Verso l'incontro al Ministero

Si attende con ansia la convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico, al quale il Coordinamento Sindacale ALU ha chiesto l'apertura di un tavolo per un confronto con l'Azienda.
Speriamo che l'Azienda porti un tecnico per capire quali sono le strategie che hanno portato alla decisione di cancellare dalla storia ALU un laboratorio ventennale come quello di Bari.
Un laboratorio in cui lavorano 30 persone  con esperienza e capacità che tutti i ragazzi che lì hanno fatto il loro stage hanno apprezzato.
Nei giorni che passano lenti verso il primo incontro al MISE i colleghi delle altre sedi ci chiedono com'è l'umore, cosa si dice "giù a Bari".
E cosa si dovrebbe dire ?
C'è chi ancora non ha dato la notizia in famiglia, così almeno non riversa le proprie ansie e preoccupazioni sui propri familiari.
C'è il monoreddito fortemente preoccupato che spaccherebbe tutto e che si sente uno schifo dopo avere speso venti anni di ottimo lavoro al servizio di chi, ora, gli sta dando il benservito.
C'è il single che non avrà certo nè moglie nè figli da mantenere ma che di certo non potrà, se dovessimo malauguratamente perdere il lavoro, tornare a vivere nella famiglia di origine. Magari ha anche un mutuo sulle spalle.
C'è persino la coppia: compagni nella vita e nel lavoro. C'è differenza tra la loro situazione e quella di un monoreddito? Forse ora che il lavoro lo abbiamo ancora, ma certamente no se dovessimo disgraziatamente perderlo.
Ma per sdrammatizzare a volte ci scappa la battuta. La battaglia sarà lunga: non possiamo e NON DOBBIAMO martellarci gli zebedei in attesa degli eventi.
E per questo si continua a lavorare con l'orecchio attento a percepire quello che viene detto a Vimercate.
Forse, in fondo, siamo sicuri che tutto andrà per il meglio. O forse ci piace crederlo.
E' ancora presto per ogni ipotesi. La strada è lunga ragazzi!
Bob Marley in "Get Up , Stand Up" diceva,:
"Get up, stand up, don't give up the fight"
"Svegliati, alzati, non rinunciare alla lotta"  (guarda qua il video)

4 commenti:

  1. Piccolo è bello! Ho lavorato in quel laboratorio per tanti anni ed è stato bellissimo!! Tutto rapido, tutto a disposizione, nessun inghippo burocratico, c'era da lavorare e si lavorava, punto.Nessuna realtà successiva ha avuto le caratteristiche di quel laboratorio, dove la leggerezza e la conistenza di risultati sono sempre andati di pari passo. Adesso si fanno i conti: una bolletta in meno, tanti stipendi in meno.... Ma dobbiamo proprio rinunciare alla qualità?

    RispondiElimina
  2. Grazie per il tuo supporto psicologico Betty!

    RispondiElimina
  3. Angela scrive...

    per l'azienda siamo NUMERI.
    Non importa se geniali o qualitativamente insuperabili, solo numeri da tagliare!

    RispondiElimina
  4. Solidarieta' da Battipaglia

    RispondiElimina