sabato 5 marzo 2011

Marcia per il lavoro CGIL a Bari (II)

C'eravamo anche noi. Ci è anche stato chiesto di fare un intervento dal palco, ed abbiamo ancora una volta dato visibilità al nostro problema. Ed i cinesi erano anche là :D





2 commenti:

  1. Coraggiosi della FIOM ma quello che mi chiedo solo voi siete contro i tagli e i licenziamenti ?
    E quelli degli altri sindacati cosa dicono ?
    Sono contenti ? Non penso o meglio non voglio crederci...anche se oggi visto come hanno deciso di segare una realtà come Bari a favore di cina e zone limitrofe c'è da non credere a nessuno.
    un plauso per il coraggio e la perseveranza agli attuali rappresentanti di bari della FIOM

    siete grandi...ma non di età ma l'Alcatel-Lucent se ne frega...o meglio pensa di fregarsene.

    RispondiElimina
  2. Per fortuna il Coordinamento Sindacale Nazionale ALU è compatto e tutte le sigle si adoperano per mantenere a galla questa barca che sta affondando. Se portiamo la cosa fuori dei confini ALU, invece vediamo CISL e UIL che vanno a braccetto del governo su scelte che trasformeranno il sindacato da un organismo di tutela del mondo del lavoro, pur con tutti i suoi difetti, in qualcosa che gestirà in maniera poco chiara e pulita il mercato del lavoro. Spesso la loro nase è in disaccordo con i loro leader. La CGIL è ormai l'unico vero grande sindacato in Italia.

    RispondiElimina