lunedì 4 aprile 2011

Accordo quadro per la CIGO nella Region dell'1 aprile 2011

Milano, 01 aprile 2011

Tra

la Direzione Alcatel-Lucent Italia S.p.A. 

e

le OO.SS. FIM-CISL, FIOM-CGIL e UILM-UIL Nazionali,

presente il Coordinamento Nazionale RSU FIM/FIOM/UILM di Alcatel-Lucent Italia S.p.A. 

premesso che

  • Alcatel Lucent Italia S.p.A. ha evidenziato il contesto economico caratterizzato da una complessiva riduzione della Domanda (sia a livello mondiale che europeo) e da una elevata competizione tra gli operatori;
  • Nel corso di più incontri con il Coordinamento Nazionale sono state analizzate le prospettive operative ed industriali di Alcatel-Lucent Italia S.p.A. per l'anno 2011.
  • Le problematiche strategiche che riguardano in particolare la Ricerca e Sviluppo di Optics sono già oggetto di confronto tra le parti presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

Tutto ciò premesso

anche al fine di fornire un quadro operativo di riferimento, le Parti hanno convenuto quanto segue:

  1. Per l'intero anno 2011, per la gestione di problematiche occupazionali o congiunturali saranno utilizzabili i seguenti strumenti:
    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (ex art. 5, legge 164/1975 (vedasi anche il successivo punto 2);
    • Riduzione di personale, con collocazione nelle liste di mobilità ex art. 24 della legge 223/1991; in tale contesto, il ricorso alla “mobilità” avverrà nelle modalità già precedentemente sperimentate in Alcatel Italia S.p.A. e, successivamente in Alcatel-Lucent Italia S.p.A. con applicazione del criterio della “non opposizione" dei lavoratori interessati;
    • Percorsi di Riqualificazione finalizzati alla ricollocazione dei lavoratori.
    • Possibile offerta dello strumento dell'outplacement, con la collaborazione di società specializzate, per i lavoratori che risultassero individualmente interessati.
  2. Per quanto specificatamente attiene il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria si precisa quanto segue:
    • Tale ricorso è attualmente prevedibile nelle aree organizzative collegate al mercato domestico (attività commerciali, attività di pre e post vendita, Services, attività amministrative e di supporto collegate), che ha visto una significativa riduzione dei volumi di vendita negli ultimi tre anni.
    • Al fine di escludere un utilizzo dello strumento con modalità di sospensione a “zero ore", ciascun lavoratore delle aree interessate dalla C.I.G.O. non potrà essere sospeso, con ricorso a tale ammortizzatore sociale, per più di 16 settimane, al netto delle Ferie / P.A.R. residui 2010, nel corso del 2011. Tali settimane non potranno eccedere un periodo continuativo superiore a due mesi di sospensione in C.I.G.O.. L'interruzione precedente alla eventuale ricollocazione non potrà essere inferiore al mese di effettivo lavoro. Tutto ciò indipendentemente dalle singole procedure attivate ai sensi dell'art. 5 della legge art. 5 della 164/75.
      Sarà conservata la piena maturazione degli “istituti differiti" (Ferie, P.A.R., Tredìcesìma mensilità). Tali modalità operative verranno applicate per l'intero periodo di riferimento temporale previsto dal presente accordo.
    • L'azienda anticiperà ai lavoratori collocati in C.I.G.O. quanto di competenza dell'ente previdenziale.
    • Resta inteso che, a parità di attività svolta, durante il periodo per il quale è stato richiesto l'utilizzo della C.I.G.O. non si effettuerà lavoro straordinario e non verranno sostituite persone in C.1.G.O. con altro personale proveniente da altri enti/funzioni aziendali o dall'esterno.
  3. L'applicazione del presente “accordo quadro" avverrà attraverso l'avvio di apposite procedure gestite centralmente a livello di Coordinamento Sindacale Alcatel-Lucent.
  4. Nel corso del 2011, e in particolare nell'ultimo trimestre, le Parti si incontreranno al fine di valutare la situazione aziendale e l'efficacia degli strumenti previsti nella presente intesa.

Letto, Confermato e sottoscritto.

Nessun commento:

Posta un commento