venerdì 1 aprile 2011

Lavoratori .....

In questo filmato ci sembra di vedere riassunta la posizione della nostra azienda. Dopo la goliardata del pesce d'aprile di stamattina, vediamo di fare qualche considerazione più seria. Negli ultimi incontri al Ministero dello Sviluppo Economico ed in Assolombarda ci sono state delle dichiarazioni dell'azienda che hanno qualcosa di sconcertante. A dire il vero nulla di più sconcertante di quanto non si senta ad altri tavoli con altre multinazionali. Il problema è che tali assurdità, a furia di ascoltarle, possono pericolosamente diventare "normalità". E' un po' la tattica di una certa parte politica e degli organi di stampa a lei vicini: inculcare nella testa dei cittadini che tutti hanno uno scheletro nell'armadio; il cittadino finisce per convincersi, farsene una ragione e giustificare alcuni miseri comportamenti.
Alcatel-Lucent sta uscendo da un periodo difficile dovuto alla crisi mondiale ma soprattutto alla fusione tra Alcatel e Lucent. Oggi vengono dichiarate 1200 assunzioni in tutto il mondo per il 2011, di cui 20 in Italia ma, allo stesso tempo, viene dichiarata la dismissione di un laboratorio di 30 persone.
Ci dicono che questa riorganizzazione serve per migliorare l'efficienza e la competitività di R&D Optics ma poi aggiungono che non è una questione di costi. E ci dicono che per lavorare con la metodologia "agile" occorre stare più aggregati  forse qualcuno dimentica che Obama fa videoconferenze con Sarkozy, Merkel e Cameron per decidere i destini del mondo. Berlusconi non c'era .... ah, ecco, forse in Italia non abbiamo ancora le tecnologie per potere essere connessi da remoto per cui non è proponibile che un laboratorio ALU possa essere presente sul territorio pugliese. Sarà perchè non sono sufficienti i fondi stanziati da questo governo per la banda larga? Non è sufficiente un miliardo di euro? No, scusate, sono 800 milioni .... Ah già ora sono 300 ... Ci dicono dalla regia che sono diventati 100, i milioni ..... Come? Il mille proroghe ne ha dirottati 30 sul digitale terrestre, tecnologia obsoleta ma utile a qualche azienda vicina a qualche personaggio politico di bassa statura? Ah ecco, quindi sono rimasti sul campo 70 milioni di euro: grossomodo il costo di Pato
Ancora più assurdo è rendersi conto dell'impotenza del management italiano di fronte alle decisioni prese oltralpe. Sentirsi dire che se non si attende alle direttive di Parigi si è fuori dai giochi. E' duro accettare gli elogi sul proprio lavoro, accettare il fatto che non si ha nulla da eccepire sul lavoro svolto in questi 20 anni dalle 30 persone del laboratorio di Bari ma, allo stesso tempo, sentir poi aggiungere che però ora queste persone non sono più strategiche. Facciamo parte quindi di una strategia, ci piacerebbe sapere quale. Forse la strategia dei capi che difendono le proprie poltrone; dei capi che una volta rimossi non pagano in prima persona. Tanto c'è la truppa che paga sempre per tutti: scelte tecniche sbagliate si trasformano in esuberi di personale, in tagli di laboratori, mai in tagli di manager.
E ci sembra di vederlo il top managemer, magari con in tasca le stock option come premio per il SUO (!!!) operato fare la pernacchia della scena memorabile de "I Vitelloni".

2 commenti:

  1. eh si... oggi dalla mia postazione in Bari lavoravo con R. che era in telelavoro a casa sua in Brianza e M. che era ai banchi test di Vimercate.... non ci è sembrato di essere inefficienti. Cosa sarebbe cambiato se fossimo stati tutti nello stesso posto ? Assolutamente niente ! Forse ci saremmo lasciati distrarre da un caffe'...

    RispondiElimina
  2. lavoratoooorriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!
    Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!

    RispondiElimina