venerdì 22 aprile 2011

Comunicato FIM del 22 aprile 2011

Alcatel Lucent Italia

Il giorno 20 Aprile 2011, si è tenuto il previsto incontro con la direzione aziendale presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) per proseguire il confronto sulle prospettive industriali di ALU Italia, in modo particolare per le attività di R&D della divisione Optics e le ricadute della nuova strategia aziendale sui siti italiani.


L'azienda nel riconfermare la strategia di razionalizzazione dei siti nel nostro territorio e la conferma per il 2011 della missione manifatturiera dello stabilimento di Trieste ha chiesto ulteriore tempo, prossimo incontro il 25 Maggio, per analizzare le diverse proposte in campo per la dismissione del sito di Bari e per confrontarsi con la direzione francese della Corporate, tale decisione scaturisce dopo l'incontro avuto al MiSE tra Regione Puglia e Alcatel Lucent.
La FIM, unitariamente al Coordinamento Sindacale ALU, ribadisce la propria contrarietà al piano più volte annunciato in quanto mette in discussione la presenza di ALU nel nostro paese e questo piano di razionalizzazione non è ancor più condivisibile in una azienda come ALU che sul mercato propone quelle infrastrutture di telecomunicazione per fare sinergie globali e quindi, pur non mettendo in discussione il proprio modo organizzativo, è da rigettare la proposta perché il rischio e che si esternalizzino i lavoratori e non le attività.


A sostegno di tutto ciò si chiede al Governo di mettere in campo quelle Politiche Industriali che evitino la delocalizzazione delle aziende anche in un settore come quello della RICERCA.


FIM - CISL Nazionale
Roma, 21 aprile 2011

Nessun commento:

Posta un commento