domenica 7 agosto 2011

Comunicato Sindacale Unitario del 1 agosto 2011

Comunicato sindacale
ALCATEL LUCENT ITALIA

Il giorno 29 Luglio 2011, si è tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) un incontro tra la Direzione aziendale ed il Coordinamento Sindacale ALU.
L’azienda ha illustrato i dati della Corporate relativi al secondo trimestre 2011:
Si registra una crescita complessiva delle vendite del 2.4% (anno su anno) determinata dal buon andamento del mercato americano, mentre quello dell’area EMEA non cresce.
Pur con questa crescita di fatturato, il margine operativo lordo decresce al 35.8%, rispetto al 36.2% del primo trimestre 2011 e al 36.1% del secondo trimestre 2010.
Per quanto riguarda i settori, a fronte di una moderata crescita di Networks, c’è un andamento negativo di Services e Applications rispetto all’anno precedente.
I costi generali calano in valori correnti (per effetto del cambio euro/dollaro), ma crescono a cambi costanti dell1.7%.
La situazione finanziaria del gruppo è in peggioramento (cassa -376 milioni nel trimestre).
Il quadro complessivo è quindi abbastanza critico, nonostante si sia in presenza di un ritorno ad un utile di esercizio (net income 43 milioni di euro).
L’azienda ha annunciato alcune modifiche alla struttura organizzativa, con la creazione della Global Delivery che sostanzialmente raccoglie le attività di Services e QACC.
Secondo la direzione, questo andamento dei conti si tradurrà in nuove iniziative per la riduzione dei costi.

"Carneade! Chi era costui?" - MiSE 29 luglio 2011

Con queste parole Don Abbondio, ne "I Promessi Sposi", si interroga su chi sia questo antico filosofo greco che, pur essendo un filosofo minore, proprio grazie a questa frase è diventato sinonimo del perfetto sconosciuto.
Deve essere stata proprio questa citazione la prima cosa che hanno pensato a Bari quando è stato finalmente comunicato loro il nome dell'azienda con cui Alcatel-Lucent ha siglato una lettera d'intenti per la cessione dei lavoratori pugliesi.
Experis, società controllata dal gruppo Manpower.
Sinceramente dopo avere chiarito meglio di che azienda si trattasse, la prima impressione è stata quella della montagna che aveva partorito il topolino. Soprattutto dopo che, nell'incontro dell'11 luglio al MiSE, ci era stata disegnata la magnificenza di questo ancora allora ignoto soggetto. Forse le aspettative create erano state eccessive.
Ora assolutamente non vogliamo dare giudizi preconcetti su questo interlocutore di Alcatel-Lucent. Manpower opera in quello che oggi si chiama job recruiting e che una volta era più semplicemente "caporalato"; ma non apriamo una discussione in merito a questo ora. Non vogliamo certamente dare un giudizio negativo senza avere verificato i piani dell'azienda acquirente. Vogliamo valutare la solidità del nuovo soggetto: Experis sembra nata da Manpower solo nello scorso marzo e nemmeno sul sito internet dell'azienda ci sono informazioni soddisfacenti. Vogliamo valutare il ruolo che avrà Alcatel-Lucent nei prossimi anni in questo accordo. Vogliamo sapere quali saranno le attività trasferite. Vogliamo soprattutto conoscere e valutare quali sono i progetti di Experis per i lavoratori di Bari, fermo restando che è stato ribadito che si conserverà la presenza sul territorio. A tutto questo non è stata data risposta all'incontro al MiSE ed anzi, Alcatel-Lucent ha detto che vorrebbe aprire la procedura di esternalizzazione l'1 settembre.
Ovviamente il coordinamento sindacale ALU si è opposto a tale tempistica, appoggiato anche dal Ministero e dalla Regione Puglia che hanno sconsigliato ALU di procedere in questo modo.
Chiediamo, prima della apertura della procedura, un incontro al tavolo del MiSE col nuovo soggetto, come d'altronde si è sempre fatto anche con le altre cessioni. Non comprendiamo tutta questa fretta da parte di ALU che, se l'operazione è pulita e trasparente e non nasconde nulla di losco, non dovrebbe avere alcun problema a fare un passaggio al tavolo del MiSE assieme ai rappresentanti della nuova azienda.
Un nuovo incontro al MiSE è stato fissato per il prossimo 8 settembre e l'atmosfera che si respirerà a quel tavolo, molto dipenderà dai passi che nel frattempo avrà fatto Alcatel. Il consiglio che i lavoratori di Bari danno ad ALU è di non procedere all'apertura della procedura senza averci prima presentato il nuovo soggetto. Battipaglia docet.