domenica 7 agosto 2011

Comunicato Sindacale Unitario del 1 agosto 2011

Comunicato sindacale
ALCATEL LUCENT ITALIA

Il giorno 29 Luglio 2011, si è tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) un incontro tra la Direzione aziendale ed il Coordinamento Sindacale ALU.
L’azienda ha illustrato i dati della Corporate relativi al secondo trimestre 2011:
Si registra una crescita complessiva delle vendite del 2.4% (anno su anno) determinata dal buon andamento del mercato americano, mentre quello dell’area EMEA non cresce.
Pur con questa crescita di fatturato, il margine operativo lordo decresce al 35.8%, rispetto al 36.2% del primo trimestre 2011 e al 36.1% del secondo trimestre 2010.
Per quanto riguarda i settori, a fronte di una moderata crescita di Networks, c’è un andamento negativo di Services e Applications rispetto all’anno precedente.
I costi generali calano in valori correnti (per effetto del cambio euro/dollaro), ma crescono a cambi costanti dell1.7%.
La situazione finanziaria del gruppo è in peggioramento (cassa -376 milioni nel trimestre).
Il quadro complessivo è quindi abbastanza critico, nonostante si sia in presenza di un ritorno ad un utile di esercizio (net income 43 milioni di euro).
L’azienda ha annunciato alcune modifiche alla struttura organizzativa, con la creazione della Global Delivery che sostanzialmente raccoglie le attività di Services e QACC.
Secondo la direzione, questo andamento dei conti si tradurrà in nuove iniziative per la riduzione dei costi.
Per le attività Enterprise e Genesys, è stato ribadito che ALU sta esplorando la possibilità di una cessione. Le attività di Applications che rimarranno in ALU confluiranno nella nuova divisione Software, Services and Solutions.
Per quanto riguarda le attività di R&D Optics, l’azienda ha annunciato di aver siglato una lettera d’intenti con la società Experis, controllata dal gruppo Manpower, attiva nel settore dei servizi professionali ICT e engineering, per la cessione dei 31 lavoratori del laboratorio di Bari, dichiarando l’intenzione di avviare la procedura di cessione di ramo d’azienda a fine agosto.
Il Coordinamento sindacale ha chiesto che si avvii un confronto con questa società, in sede ministeriale, prima dell’avvio della procedura di legge.
Occorre infatti valutare la solidità dell’azienda, il progetto industriale, il ruolo di Alcatel-Lucent, le attività che saranno trasferite, e le prospettive future sia per i lavoratori coinvolti nella cessione, sia per quelli che continueranno ad operare nella Ricerca e Sviluppo Optics in Italia.
E’ necessario un tempo adeguato per affrontare sia gli aspetti industriali che quelli occupazionali, sindacali e normativi, al fine di verificare la possibilità di un percorso condiviso.
Abbiamo chiesto inoltre che anche il MiSE effettui una valutazione sulla società acquirente e sul progetto che coinvolgerà i lavoratori di Bari.
Occorre quindi evitare forzature da parte aziendale sui tempi e sulle modalità del confronto. In caso contrario il Coordinamento sindacale metterà in campo le iniziative di mobilitazione necessarie.

SEGRETERIE NAZIONALI FIM FIOM UILM
COORDINAMENTO SINDACALE ALU
Roma, 1° agosto 2011

1 commento:

  1. Siamo 30 giovani e forti e siamo quasi morti...

    RispondiElimina