venerdì 7 ottobre 2011

Comunicato Sindacale Unitario - 6 ottobre 2011

COMUNICATO SINDACALE

Il giorno 3 ottobre 2011 presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) è proseguito il confronto relativo alla cessione del centro R&D di Bari a Experis (gruppo Manpower).
Experis ha effettuato, nei giorni scorsi, colloqui individuali con tutti i lavoratori interessati, finalizzati ad approfondire la conoscenza delle competenze.
Da questi colloqui è emersa una positiva conferma della professionalità dei lavoratori, in funzione del progetto di sviluppo della nuova società. Sarà necessario un percorso di formazione orientato al rapporto con il cliente ed alla gestione dei progetti.
Le aziende hanno illustrato un’ipotesi di massima del piano industriale, che prevede, in un periodo di tre anni, la seguente ripartizione tra attività ALU e nuove attività Experis: Primo anno 80% - 100% ALU, secondo anno 40% - 50% ALU, terzo anno 20% - 40% ALU. Il range con un minimo ed un massimo dipende dal fatto che sarà necessario gestire le attività ALU e quelle che si acquisiranno.

Il confronto proseguirà il 10 ottobre, per definire l’armonizzazione normativa e contrattuale, e il 18 ottobre, in sede ministeriale, per cercare di definire un protocollo di intesa complessivo, sia sul piano industriale che sugli aspetti contrattuali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha giudicato interessante ed innovativo questo progetto, anche se non privo di incognite in quanto si colloca in un mercato che permane in difficoltà. Ha dato perciò disponibilità a seguirne l’evoluzione nel tempo.
Le Organizzazioni sindacali condividendo l'opinione del ministero, ritengono necessario, a tutela dell’occupazione e delle prospettive professionali dei lavoratori, definire impegni precisi delle parti che vadano oltre il triennio di riferimento, con un percorso in sede istituzionale di verifiche periodiche, prevedendo alla fine del periodo una verifica dell’intero progetto di esternalizzazione, che coinvolga direttamente ALU nella ricerca di soluzioni, nel caso non si realizzi lo sviluppo previsto.
Inoltre le OO.SS. e il Coordinamento sindacale, nel prendere atto della volontà di Experis di cambiare il CCNL applicato, ritengono necessario definire un sistema normativo che tuteli i diritti individuali e collettivi e le condizioni di lavoro dei lavoratori coinvolti nella cessione.
In ultimo è necessario che le strutture sindacali dei metalmeccanici ed il coordinamento ALU siano, insieme alle strutture sindacali della categoria del Commercio, titolari dell’accordo e di tutti gli aspetti in esso contenuti a partire dalle verifiche periodiche.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
IL COORDINAMENTO SINDACALE ALCATEL LUCENT

Roma, 6 Ottobre 2011

Nessun commento:

Posta un commento