venerdì 21 ottobre 2011


Sarà una combinazione, ma gli ultimi incontri al MiSE si sono svolti nelle giornate in cui si venerano alcuni tra i santi più importanti della chiesa cattolica, come avrete potuto leggere nei post precedenti. E così la firma del tanto sospirato accordo è venuta nel giorno dedicato a S.Luca Evangelista. Casualità vuole che il Vangelo di S.Luca si apra con le nascite miracolose di Giovanni Battista e Gesù.
E quindi la "nascita" della nostra avventura in Experis non poteva avere collocazione più adeguata. Ed inizierà ufficialmente l' 1/11/11, altra combinazione fortuita.
La nostra travagliata fuoriuscita da Alcatel-Lucent è quindi giunta a compimento. Martedì 18 ottobre al MiSE c'erano i rappresentanti della nostra azienda e della cessionaria Experis, oltre che al sempre attivo e presente coordinamento sindacale ALU Italia e ai rappresentanti nazionali e territoriali di FIOM-CGIL, FIM-CISL e stavolta anche FILCAMS-CGIL poichè in Experis i 28 lavoratori di Bari saranno assunti secondo il CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi.
Iniziato l'incontro alle 11, si è giunti a porre la firma sull'accordo alle 19: non sono mancati momenti che hanno anche visto la trattativa a rischio fallimento.

Come si evince dai comunicati sindacali l'accordo commerciale ALU-Experis prevederà un accompagnamento di tre anni di attività Alcatel-Lucent secondo percentuali che decresceranno nel tempo. Verrà messo in atto un percorso di verifiche periodiche per monitorare la buona riuscita dell'operazione. Le OO.SS. hanno ottenuto quindi che le due società si impegnino a trovare soluzioni per la salvaguardia della occupazione qualora alla fine del periodo di accompagnamento il previsto piano industriale (?) non sia stato realizzato.
L'accordo è accompagnato anche da un accordo per l'armonizzazione reso necessario dal fatto che i 28 lavoratori cambieranno CCNL di inquadramento. Le RSU manterranno il loro ruolo di rappresentanza, relativamente al periodo di accompagnamento, con le agibilità previste nel CCNL dei Servizi che prevede invece le RSA.
Se, come davvero crediamo e speriamo, questa nostra avventura in Experis prenderà la giusta strada, abbiamo proprio tolto il culo dalla siringa. Infatti il giorno dopo, il 19 ottobre, dal periodico incontro tra OO.SS: europee ed ALU che si è svolto a Parigi, non sono giunte buone notizie. Per chi rimane in Alcatel-Lucent non si profila un 2012 roseo, ma non certo per colpa dei Maya.

6 commenti:

  1. Veramente per essere precisi non è che Bari ha tolto il "culo alla siringa". La siringa è stata fatta ed eseguita come accordi fra le parti (ALU e EXPERIS) e se i tempi si sono allungati per l'iniezione ( letale ? stimolante ? eccitante ? gratificante ? calmante ? anestetizzante ? eccitante ? indurente ? fluorescente? ) è solo perchè in gioco c'è sempre qualche milioncino di €€€€€€uro !!!!
    Per l'accordo erano loro d'accordo altrimenti hai voglia a battere i denti ...

    Comunque ora che EXperis ha rilevato la EXPERANZA è che il contenuto di quella siringa...non si riveli letale ma stimolante per dire all'alcatel grazie tante di averci regalato al dinamismo di una Experis che speriamo riesca a crescere e creare veramente sul territorio quello che l'alcatel lucent ha deciso di sradicare ...ma non completamente.Siamo ancora vivi pensanti e interessanti

    RispondiElimina
  2. santi o non santi !!!

    RispondiElimina
  3. hanno creato il contenitore, voi siete i primi, altri ne verranno.

    RispondiElimina
  4. Un bel salto nel buio...

    RispondiElimina
  5. Basta accendere la luce!
    Un pò di fantasia perdindirindina

    RispondiElimina
  6. Grazie Ben e management italiano di Alcatel-Lucent per il Ben servito che siete riusciti a dare ad una piccolissima realtà che ha tenuto alta la bandiera Alcatel sul territorio per quasi 24 anni.

    Al 25° anno ci sono aziende che danno le medaglie e altre calci in culo !

    RispondiElimina